INCONTRI MUSICALI D’ESTATE
Sulle orme del Romanticismo

M_INCONTRI_2015_corr15_06_15-page-001

Sabato 1 agosto 2015 ore 21.30 – Cortile di Palazzo Campana

SULLE ORME DEL ROMANTICISMO

Marco Monina, chitarra

Serena Cavalletti, violino

Musiche di N. Paganini, L. Spohr, A. Piazzolla

Nell’epoca dei grandi virtuosi, del melodramma, delle riflessioni romantiche, della housemusik i compositori creano per il violino e la chitarra un felice dialogo cameristico. E’ nel variegato dispiegarsi della poetica musicale romantica che questo programma di concerto vuole guidare l’ascolto, poetica che attraversa i confini dell’800 e trasfigura gradualmente nei nuovi orizzonti del secolo breve.

Niccolò Paganini dedica alla chitarra molte delle proprie composizioni. Certamente più noto per il violino e per le innovazioni tecniche apportate dal suo virtuosismo, evidenzia tuttavia nelle proprie melodie il gusto arioso proveniente dall’opera italiana, tratto che sviluppa maggiormente nella produzione cameristica.   Nella Sonata n.1 in La minore tratta dalla raccolta comunemente denominata “Centone” nonostante la presenza forte del violino, appare già la ricerca di un equilibrio timbrico tra i due strumenti, di una fusione; nella Sonata Concertata in La maggiore invece il dialogo cameristico giunge ad una forma compiuta lasciando ad entrambi gli strumenti i propri momenti di alternanza.

Il Gran Duo Op.11 è la trascrizione di Anton Diabelli del Quartetto Brillante per archi Op.11 di Louis Spohr, di un’espressività romantica più vicina al gusto mitteleuropeo: temi dalle frasi lunghe, dall’espressività profonda, dai tratti melanconici da un lato, eroici dall’altro.

L’Histoire du Tango di Astor Piazzolla viene composta nel ‘900, musica d’arte che usa la tonalità. Nei quattro movimenti l’autore vuole ripercorrere l’evoluzione del tango negli stili e nei ritmi che hanno caratterizzato la sua storia per arrivare all’ultimo movimento: tango pensato non più per la danza o il sottofondo, ma da concerto in cui sono presenti alcuni riferimenti a Bartòk e Stravinskij.

Serena Cavalletti

Serena Cavalletti è nata a Cingoli (MC) nel 1979. Ha iniziato lo studio del violino all’età di sette anni con David Taglioni e Nicolae Negoita, successivamente ha frequentato il Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro conseguendo col massimo dei voti il Diploma Accademico di II livello in violino e il Diploma Accademico di II livello in didattica dello strumento musicale. Si è perfezionata con Giulio Franzetti presso la Scuola d’Alto Perfezionamento di Saluzzo (CN), e presso l’Accademia del Teatro Alla Scala di Milano e successivamente con Dora Schwarzberg presso l’Accademia di Musica di Pinerolo (TO). Artisticamente incline all’avanguardia, ha parallelamente approfondito lo studio del repertorio violinistico novecentesco e contemporaneo con George Moench, frequentando inoltre i Ferienkurse fur Neue Musik di Darmstadt nel 2006. Pratica attività concertistica sia in Italia che all’estero ed è stata ospite di enti e festival tra i quali “Società Civile dello Sferisterio, Eredi dei Cento Consorti”, “Ente Concerti” di Pesaro, “FAI”, “Istituto Campana” di Osimo (AN), “Terra dei Teatri”, “Itinerari d’Ascolto”, “Musica Nuova Festival”, “Rassegna di Nuova Musica” di Macerata ove ha collaborato con compositori ed interpreti di fama internazionale ed effettuato registrazioni per Radio RAI3. Dal 2005 è primo violino dell’ensemble di Ulises Passarella che ha accompagnato in concerti, tournée e trasmissioni televisive in Italia e all’estero; di recente ospite in Vaticano per l’esecuzione della Messa Quoelet dedicata a Papa Francesco, registrata e trasmessa dalla Radio Vaticana.

Marco Monina è nato ad Ancona nel 1969. Ha iniziato lo studio della chitarra all’età di nove anni, successivamente si è diplomato brillantemente presso il Conservatorio “G.B. Pergolesi” di Fermo sotto la guida del M° Beppe Ficara. Si è perfezionato sotto la guida del M° Claudio Marcotulli e Francois Laurent. Svolge attività concertistica solistica e in varie formazioni, dal duo all’orchestra di chitarre. Ha collaborato all’organizzazione del concorso di chitarra “Città di Castelfidardo”. Con l’orchestra di Chitarre “Chitarmonia” ha registrato un cd ed è stato ospite presso una trasmissione Rai. Nel 2000 si è diplomato brillantemente in didattica della musica presso il conservatorio G.B. Pergolesi di Fermo. Nello stesso conservatorio ha frequentato il corso ministeriale di jazz sotto la guida del M° Augusto Mancinelli e del M° Filiberto Palermini. Nel 2002 fonda il quartetto di chitarre “Komaros” che si è subito imposto all’attenzione del pubblico. Attualmente fa parte dell’Orchestra di chitarre delle Marche. E’ titolare della cattedra di chitarra presso la scuola secondaria di primo grado di Monte Roberto.